Numero Verde 800 033 033 (Operatori qualificati rispondono tutti i giorni dalle 8,30 alle 17,30, e il sabato mattina, dalle 8,30 alle 13,30.)
  
 
 
 
   Riduci
Data pubblicazione:  15/07/2016

L’attività di monitoraggio ordinario estivo 2016 è condotta regolarmente a partire da giugno fino ad ottobre mediante 2642 ovitrappole posizionate in 254 Comuni della Regione Emilia-Romagna. La raccolta delle listelle avviene ogni 14 giorni e fornisce importanti dati per definire l'andamento dell'infestazione di Aedes albopictus.

Per saperne di più...

Data pubblicazione:  29/06/2016

Il 25 giugno è stato dato il via alla nuova campagna di comunicazione sugli insetti vettori che invita alla prevenzione e spiega come proteggersi dalle punture di zanzare e pappataci, come evitarne la proliferazione e cosa fare quando si viaggia in Paesi a rischio rispetto alle malattie trasmesse da vettori. Il comunicato stampa completo è stato pubblicato sul portale della regione Emilia-Romagna.

Per saperne di più...

Data pubblicazione:  03/06/2016
Sull’ultimo numero di Ecoscienza, la rivista di Arpae che si occupa di sostenibilità e controllo ambientale, è stata pubblicata un’interessante monografia dal titolo “Rischio zanzare” che affronta il tema da diversi punti di vista.
Si parla delle azioni messe in atto dalla Regione Emilia-Romagna attraverso il Piano regionale di prevenzione e controllo delle malattie trasmesse da zanzare con il relativo protocollo operativo che viene attivato a seguito del rilevamento di casi di malattia.
Per saperne di più...

Data pubblicazione:  04/05/2016

In data 16 maggio partirà il monitoraggio ordinario 2016 della Zanzara Tigre su 254 Comuni dell’Emilia-Romagna con il posizionamento di circa 2640 ovitrappole specifiche.

Per saperne di più...

Data pubblicazione:  27/04/2016

Di recente è uscito un interessante articolo su PlosOne in cui si descrive lo sviluppo di un modello di dinamica di popolazione di Aedes albopictus che utilizza i dati del nostro monitoraggio regionale come validazione.
Il modello utilizza temperatura, precipitazioni, densità della popolazione umana e fotoperiodo come i principali fattori ambientali, ed inoltre, incorpora il meccanismo della diapausa. Il modello dimostra alto potere predittivo rispetto ai dati di riferimento relativi all’Emilia-Romagna e  conferma la maggior parte delle attuali segnalazioni di presenza della specie in Europa.

Per saperne di più...


   Riduci
VIDEO INFORMATIVI
TWEETS DI ZANZARATIGREONLINE.IT

WebGIS Geo-ztonline.it

Linee Guida
Pubblicazioni
Convegni/Eventi

credits