Dettaglio Articolo
DATI RIASSUNTIVI DEL MONITORAGGIO REGIONALE DI AEDES ALBOPICTUS NELLA STAGIONE ESTIVA 2017

L’attività di monitoraggio ordinario (estiva) 2017 è stata condotta regolarmente da fine Maggio ad inizio Ottobre, ed ha fornito importanti dati per definire l’andamento dell’infestazione di Aedes albopictus in Emilia-Romagna e per fornire un supporto alle attività di lotta.
Nel corso dell’estate 2017 sono state attivate 755 ovitrappole in 10 Comuni capoluogo.

Nel 2017 la presenza di larve di Ae. albopictus è stata individuata nei tombini a partire da inizio di Aprile quindi in ritardo rispetto alla stagione 2016. Le successive piogge primaverili hanno favorito la schiusura progressiva delle uova svernanti e l’aumento graduale della popolazione di zanzare. All’inizio della stagione estiva la densità di popolazione era in linea con l'andamento medio 2014-2016. Le temperature favorevoli di fine Giugno (settimane 25-26) hanno portato la popolazione di Ae. albopictus ad un forte aumento di densità rispetto alle settimane precedenti, fino a raggiungere il picco di popolazione a fine Luglio comunque in linea con i dati storici. In Agosto (Settimane 31-32 e 33-34) la densità di popolazione si è mantenuta stabile. A Settembre anziché avere un secondo picco di popolazione in base alla media storica da 2014 a 2016, si è avuto un leggero calo, dopodiché un crollo dovuto al crollo della temperatura. Nel corso della stagione estiva 2017 sono state conteggiate dai laboratori ARPAE incaricati in totale 2.477.549 uova di Zanzara Tigre.

Di seguito vengono  riportati su grafico, a sinistra l’andamento regionale della popolazione di Zanzara Tigre nel 2017 a confronto con l’andamento di riferimento calcolato dal 2014 al 2016 e a destra, la media stagionale regionale dal 2014 al 2017 (calcolato sui 10 Comuni monitorati).

La densità stagionale regionale di Ae. albopictus nel 2017 è cresciuta del 16% rispetto al 2016 e si è mantenuta pressoché costante rispetto alla media del triennio 2014-2016

Nei grafici sottostanti vengono riportati i dati riassuntivi di monitoraggio 2017 per ciascun Comune.


Accanto ai dati di andamento della popolazione di ciascun Comune, la regione ha fornito mappe mensili quantitative della popolazione di Zanzara Tigre di ciascun Comune utilizzate come supporto per meglio indirizzare la lotta antilarvale, le risorse umane ed economiche e per determinare le aree a maggiore rischio epidemico (aree a maggiore densità del vettore).

Di seguito viene riportato come esempio l’andamento spazio-temporale del Comune di Bologna.





A cura di:
  Gruppo di coordinamento regionale
Data pubblicazione:  06/11/2017
 

Ritorna