Homepage
 Dettaglio Articolo
SALUTE IN VIAGGIO: L’IMPORTANZA DI PROTEGGERSI ANCHE IN VACANZA

Quando si pianifica un viaggio all’estero, è molto importante essere consapevoli anche dei possibili rischi sanitari a cui ci si espone e della necessità di adottare misure di prevenzione legate al Paese di destinazione.
Gli ambulatori di Medicina dei viaggi presenti presso i Dipartimenti di Sanità Pubblica delle sedi AUSL regionali sono un punto di riferimento per documentarsi e chiedere utili consigli.

Prima di partire si consiglia di recarsi presso gli ambulatori per informarsi sui rischi sanitari presenti nel Paese scelto come meta delle proprie vacanze e sulle vaccinazioni o profilassi eventualmente necessarie.

Per quanto riguarda in particolare la protezione dalle malattie trasmesse dalle punture delle zanzare dal momento che sono disponibili vaccini solo per alcune malattie e che i farmaci usati per la profilassi antimalarica non assicurano una protezione assoluta, è indispensabile proteggersi dalle punture sia all’aperto che nelle strutture in cui si soggiorna.
Anche in vacanza, quindi, non dimentichiamo di mettere in pratica quei piccoli gesti che ci consentono di trascorrere un soggiorno sereno e un rientro senza spiacevoli conseguenze: indossare vestiti di colore chiaro con maniche lunghe e pantaloni lunghi, utilizzare repellenti, evitare l’uso di profumi molto forti, dormire in camere fornite di zanzariere e, se possibile, di aria condizionata, utilizzare diffusori di prodotti insetticidi.


Nella sezione “Campagna di comunicazione” del sito è possibile consultare e scaricare il pieghevole della campagna regionale dell’Emilia-Romagna INFORMIAMOCI – Consigli per chi viaggia.

Per quanto riguarda Zika virus, nonostante una diminuzione del rischio di infezione rispetto al picco del 2016, attualmente gli esperti consigliano alle donne in gravidanza di non viaggiare in aree con evidenza di circolazione virale.
Un ulteriore aspetto da ricordare in merito a questo virus è che una certa percentuale di casi possono decorrere senza alcun sintomo.
Per approfondimenti su Zika virus si rimanda alla pagina dedicata del portale Epicentro del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto Superiore di Sanità.
Inoltre nel sito del CDC (Centers for Disease Control and Prevention) è possibile ottenere informazioni sulle aree a rischio per Zika virus. Il link da consultare è il seguente: https://www.cdc.gov/zika/

L’ECDC (European Centre for Disease Prevention and Control) nel suo ultimo report fornisce un aggiornamento della distruzione geografica dei casi di Dengue e Chikungunya nel mondo.
Di seguito si riportano le mappe presenti nel report, disponibile al seguente link: https://ecdc.europa.eu/sites/portal/files/documents/CDTR_21July_2018.pdf

Nello specifico, Chikungunya è ampiamente diffusa in America, in particolare nell’area meridionale; inoltre nuovi casi si sono verificati in India e Thailandia e un’epidemia è in corso in Kenya.

La Dengue attualmente presenta il maggior numero di casi nell’emisfero sud con numeri considerevoli in Brasile, Paraguay e Malesia. Nuove epidemie sono in corso in Etiopia e in Yemen.
Il consiglio fondamentale per chi viaggia nelle aree in cui sono presenti queste malattie rimane quello di proteggersi dalle punture delle zanzare sia all’esterno sia nelle strutture in cui si soggiorna.

Al rientro da un viaggio in Paesi a rischio per malattie trasmesse da zanzare, nel caso compaiano febbre e altri sintomi tra cui in particolare forti dolori articolari, è necessario rivolgersi al proprio medico curante o ad una struttura ospedaliera riferendo l’avvenuto viaggio/soggiorno all'estero in modo che il medico possa prescrivere, se lo riterrà necessario, test diagnostici specifici.




A cura di:
  Gruppo di coordinamento regionale
Data pubblicazione:  26/07/2018
 

Ritorna