Homepage
 Dettaglio Articolo
DISTRIBUZIONE E DENSITA’ DI CULEX PIPIENS IN EMILIA-ROMAGNA NEL 2018

Quest’anno è stata riscontrata circolazione virale di West Nile nelle zanzare e negli uccelli in Emilia-Romagna già dal mese di giugno con un anticipo di circa un mese rispetto agli anni precedenti. L'infezione da virus West Nile (WNV), trasmessa all'uomo da zanzare del genere Culex (zanzara comune), decorre in modo asintomatico nella maggior parte dei casi (circa l’80%), ma può anche presentarsi con febbre, cefalea, e altri sintomi lievi a risoluzione spontanea o, sporadicamente, manifestarsi con forme più gravi che interessano il sistema nervoso centrale (meningite, meningoencefalite).

Si raccomanda quindi ai cittadini di adottare strumenti di protezione individuale dalle punture di zanzare:

 
  • repellenti vanno applicati sulle parti scoperte del corpo rispettando dosi e modalità riportate nelle istruzioni in etichetta.
  • Per evitare le punture è consigliabile vestirsi sempre di colori chiari, indossare pantaloni lunghi, maglie a maniche lunghe, e non utilizzare profumi.
  • utilizzando zanzariere, condizionatori e apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o a piastrine o zampironi, ma sempre con le finestre aperte.

Il sistema regionale di sorveglianza entomologica a West Nile Virus (WNV) è organizzato con una rete di 95 trappole attrattive per le zanzare, poste in stazioni fisse, attivate da giugno con campionamenti effettuati ogni 14 giorni. Negli ultimi anni il sistema di sorveglianza ha dimostrato buona capacità predittiva sia in termini temporali che spaziali del rischio di infezione da WNV per l’uomo.

Grazie ai dati forniti da IZSLER (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lombardia ed Emilia-Romagna) è stato possibile creare delle mappe di distribuzione di Culex pipiens e, utilizzando i dati storici della sorveglianza, è stato possibile effettuare confronti sia spaziali che temporali.

Di seguito vengono riportate le mappe di distribuzione della specie nei mesi di giugno e luglio 2018 a confronto con gli stessi mesi del 2017.



La densità della specie nel 2018 risulta più alta rispetto al 2017, in particolare nel mese di giugno e nelle province di Piacenza e Parma. Tuttavia, quando confrontato con la media degli anni 2010-2017 il monitoraggio attuale ci dice che questa stagione estiva è caratterizzata da una minor presenza di zanzare del genere Culex.

Di seguito si possono vedere i valori di densità (n.ro medio di zanzare catturate per trappola) di zanzara per anno (grafico di sinistra) e l’andamento medio di quest’anno a confronto con la media 2010-2017 (grafico di destra).


   

La densità di femmine di Culex pipiens per trappola tra giugno e luglio 2018 (mesi in cui la specie raggiunge il picco di densità) risulta con valori al di sotto della media storica di riferimento calcolata dal 2010 al 2017.

Considerando la serie storica dei dati si prevede, inoltre, che la densità di infestazione calerà nel corso dei prossimi mesi.

Maggiori informazioni sulle attività di sorveglianza a WNV possono essere reperite nel Piano Arbovirosi 2018 della Regione Emilia-Romagna, consultabile alla pagina http://www.zanzaratigreonline.it/ChiFaCosa/Regione/IlprogettodellaRegioneER.aspx


A cura di:
  Gruppo di coordinamento regionale
Data pubblicazione:  17/08/2018
 

Ritorna