Homepage
 Dettaglio Articolo
DATI RIASSUNTIVI DEL MONITORAGGIO REGIONALE DI AEDES ALBOPICTUS ANNO 2019

L’attività di monitoraggio ordinario (periodo estivo) 2019 mediante ovitrappole è stata condotta regolarmente da fine maggio ad inizio ottobre, e ha fornito importanti dati per definire l’andamento dell’infestazione di Aedes albopictus in Emilia-Romagna, utile supporto alle attività di lotta.

Nel corso dell’estate 2019, sono state monitorate 755 ovitrappole in 10 Comuni capoluogo mantenendo le postazioni degli anni precedenti.

Di seguito vengono riportati su grafico l’andamento regionale della popolazione di Zanzara Tigre nel 2019 (in verde) a confronto con l’andamento del 2018 (in rosso) e con l’andamento degli ultimi 5 anni (dal 2014 al 2018, linea nera).

                         Densità di popolazione di Aedes albopictus

Ad inizio stagione (fine maggio-inizio giugno) la densità di popolazione di Aedes albopictus è stata molto al di sotto della media del 2018 e della media calcolata negli ultimi 5 anni, attribuibile al ritardo nello sviluppo della prima generazione svernante per le basse temperature registrate nel mese di maggio.

Nel corso del mese di giugno le temperature favorevoli hanno consentito alla popolazione della specie di tornare rapidamente in linea con i dati storici.

La densità della specie è cresciuta nel corso dei mesi di luglio e agosto fino a raggiungere il picco intorno a metà agosto (settimane 31-32), con valori inferiori al 2018 ma superiori alla media storica. Nella seconda metà di agosto la popolazione si è mantenuta stabile fino a inizio settembre (settimane 33-34).

Nelle settimane successive si è osservato un calo fino poco dopo la metà di settembre (settimane 37-38) con valori di densità al di sotto della media storica a causa di piogge, abbassamento di temperatura nonché inizio della diapausa delle uova.

Tra fine settembre ed inizio ottobre (settimane 39-40) a causa di temperature sopra le medie stagionali, la densità è stata invece superiore allo stesso periodo del 2018.

Nel corso della stagione estiva 2019 sono state conteggiate dai laboratori ARPAE di Modena e di Forlì più di 2.971.000 uova di Zanzara Tigre (-16% rispetto al 2018).

Utilizzando i dati storici delle 755 ovitrappole sono state messe a confronto le medie mensili regionali e il trend di crescita del periodo estivo di popolazione di Ae. albopictus dal 2014 al 2019.

   

Tra il 2017 e 2019 i mesi in cui si è registrata una maggiore densità di zanzare sono stati luglio e agosto con il superamento della soglia epidemica per Dengue virus calcolata per R0>1 (vedi pagina dedicata del sito).

Se si osserva il trend di crescita annuale (grafico a destra) per ciascun mese si nota che è stato soprattutto il mese di agosto (linea verde) a registrare la maggiore crescita negli ultimi 5 anni.

Nei grafici sottostanti vengono riportati i dati riassuntivi del monitoraggio 2019 per ciascun Comune.

In generale si è registrato un calo medio per ciascun Comune monitorato del 16% rispetto all’estate 2018 sebbene con valori medi relativamente alti in particolare nei Comuni di Parma e Rimini.

Insieme ai dati di andamento della popolazione di ciascun Comune, la Regione ha fornito come nel 2017 e nel 2018, mappe mensili quantitative della popolazione di Zanzara Tigre utilizzate come supporto per meglio indirizzare la lotta antilarvale anche nelle aree private.





A cura di:
  Gruppo di coordinamento regionale
Data pubblicazione:  28/10/2019
 

Ritorna